28.09.2022 Cambio EURO - FRANCO

Come in ogni cosa.... chi razzola bene, chi razzola male...e chi non razzola per niente. Per questo argomento se ne sentono di tutte e di più.

Dal momento in cui la BNL ha aumentato inaspettatamente il tasso di riferimento (tasso guida - clicca qui) da -0.75 a -0.25 (17.06.2022) e ancora pochi giorni fa (22.09.2022) di altri 0.75 punti, ne sono successe di ogni. Cominciamo con i poveri benzinai che si vedono costretti ad inventarsi l'impossibile per stare in piedi, con l'aggravio anche del taglio delle accise in Italia. Per la prima volta nella storia far carburante in Italia è più conveniente che farlo in Svizzera. Anche gli esercenti non trovano pace, "tar - tassati" e certamente non aiutati, messi in concorrenza con i ristoratori italiani (e cinesi) d'oltreconfine. Passiamo poi ai frontalieri che da marzo 2020 hanno in pratica ricevuto un aumento di stipendio del 20 % senza sforzo. D'accordo... ma non dimenticano che in Italia l'inflazione è alle stelle. Lo svizzero  per contro non otterrà probabilmente alcun aumento di stipendio pur avendo una inflazione del 3.5% (qui giova ricordare che la cassa malati aumenta del 10% e non rientra nel calcolo dell'inflazione....... ), poichè l'azienda svizzera ha già i suoi problemi per sopravvivere. In più se si tratta di una azienda che fattura in euro e paga i costi e gli stipendi in franchi si ritroverà presto alla canna del gas. Ah ecco ... il gas appunto .... e l'elettricità. Questa sì che sarà una vera pillola. Ma consoliamoci...... fra un po' andremo al mare in Liguria per due settimane con 100 franchi. Pensione completa.

 

21.09.2022 C'era una volta un re ....

C'era una volta un re....  svizzero questa volta, non inglese. Lo associamo ad una racchetta da tennis e con la pallina gialla in mano disegnava traiettorie a volte inspiegabili. Dopo 5 ore di gioco sotto la stinca del sole, vincente o perdente, si presentava di bianco vestito davanti alla telecamere per l'intervista, sciolinando tedesco, francese, inglese...... e fresco come una rosa, con neanche una goccia di sudore in fronte e addirittura pettinato! Come facesse non si sa.... quello che sappiamo è che ci mancherà vederlo affrontare i big e i meno big svizzeri e di altre nazioni. Abbiamo avuto la fortuna di poterlo apprezzare e non è poco. E cosa c'entra il PLR di Novazzano ? Tutto e niente. E' un pensiero che sarà passato in testa a tutti... liberali radicali e non, novazzanesi e non .... God save the King, God save Roger.

19.09.2022 Facciamo di necessità, virtù.

Quante volte l’abbiamo sentito dire? Ora più che mai è un detto che dobbiamo far nostro.

La necessità del risparmio energetico, l’essere responsabili verso sé stessi e dunque verso la comunità tutta di limitare al massimo lo spreco di elettricità. L’abitudine gioca brutti scherzi, si dice. Ed è così. Abituati ad accendere luminarie inutilmente, anche solo una luce o più, talvolta per far scena. Il Comune con l'AIL sta facendo la sua parte... anche noi come privati dobbiamo cambiare regime e soprattutto con giornate più corte e il prossimo Natale, dovremo giocoforza adeguarci. Rendiamoci conto che le cose cambiano repentinamente. Basta poco, purtroppo. E ciò che le fa mutare, sono raramente avvenimenti felici. 

Smaltito (forse) il covid, dopo 80 anni è tornata la guerra in Europa. Ad accompagnarla anche la siccità alle nostre latitudini.  Siamo in balia di eventi esterni, dipendenti dalle nostre azioni ma indipendenti dalla nostra attuale volontà.

Quello che possiamo fare ? Adeguiamoci e comportiamoci bene. Per il bene di tutti....impariamo e facciamo di necessità, virtù.

 

Mandaci una pillola !

 

 

non per forza un testo sul PLR....

non per forza un testo su Novazzano....

un pensiero...

una opinione...

una curiosità....

una critica...

Una PILLOLA   :-) .... poche righe e uno spunto di riflessione.

info@plrnovazzano.ch